Si è tenuta ieri sera presso la Curva Nord, tempio del tifo dorico, l’assemblea pubblica con il primo cittadino sul tema del futuro dell’Ancona.
Con il dovuto condizionale inizierei con il “tranquillizzare”tutti: Il calcio non è finito e ripartirà dalla serie D.

La tanto attesa cordata sulla quale è stato detto tanto e forse troppo, spaziando tra i nomi più improbabili, si è rivelata invece formata da imprenditori locali o quasi, con un nome di peso che seppur causa di qualche mal di pancia tra qualche tifoso, torna a fare capolino sulle vicende doriche: Stefano Marconi

Il calcio di oggi, ma forse anche quello di ieri, è fatto di amore, passione e vil denaro, e questa volta, anche questa volta è servito qualcuno che oltre alla passione , speriamo, quel denaro lo mettesse.

In una piazza ferita che vive anche, se non solo, di ricordi la pillola è addolcita da due nomi che hanno commosso chi scrive una volta appreso del loro probabile impegno: Vincenzo Guerini, indimenticato mister dei biancorossi nella prima promozione in A e nella stagione della finale di coppa Italia, e Massimo Gadda bandiera alla quale verosimilmente verrà affidato il settore tecnico.

Ripartiamo da qui, anzi dovremmo ripartire, il condizionale qui è sempre d’obbligo. Dalla S.S.C. Ancona, unica società esistente, così ha precisato Silvetti risplendendo alle domande dei presenti in merito all’esistenza di due società; con un settore giovanile che pare sia stato già adeguatamente tutelato con i dovuti investimenti. Il futuro del famigerato centro sportivo è ancora un’incognita con tutti i problemi del caso per tutta la comunità.

Sì riparte, dicevo con un comitato a tutela dei marchi, ai quali va il mio personale plauso per l’impegno a difesa di un’identità calcistica per l’ennesima volta messa a rischio da qualche scellerato senza scrupoli. Per passare da”noi e voi” slogan della società uscente a “nonostante voi“ c’è voluto davvero poco.
Guardinghi, sperando che sia l’ultima ripartenza, chi “ci tiene” tornerà sui gradoni del Del Conero per l’ennesimo atto di fede sportiva.
Dopotutto l’amore si dimostra anche andando oltre le mille notti buie.
Nonostante.